Rapinato tre volte in un mese

In Italia si vive sicuri, certificano quelli del Governo. «Ma davvero. Ma vengano qui. Vengano nel mio negozio, nel quartiere a rendersi conto della situazione a parlare con i commercianti. Da decenni sono qui. In Brianza, a Varedo, non nel Bronx». Lo sfogo è di Enrico Bellosio, 54 anni titolare di un negozio d’abbigliamento che l’altra notte una banda di ladri ha preso d’assalto. Con una Ford Fiesta gli hanno sfondato la vetrina per portarsi via 30 paia di pantaloni. «Me li chiedevano – dice Bellosio presidente dei commercianti della zona – non avrei avuto problemi a regalarglieli. Invece, ecco mi hanno provocato ventimila euro di danni». Durante una notte tre albanesi con il volto mascherato gli sono entrati in casa proprio sopra il negozio. «Appena sono sceso dal letto mi sono trovato di fronte i malviventi che mi hanno aggredito. Sono riusciti a fuggire con i soldi che avevo preparato per pagare le tasse». Il commerciante è esasperato, in passato ha subito altri furti. Solo nel giro di un mese i delinquenti mi hanno malmenato in casa, mi hanno derubato e mi hanno distrutto il negozio. Sto pensando seriamente di chiudere bottega». A qualche metro dal negozio di Bellosio c’è un altro bar. Il titolare, una decina d’anni fa fu ucciso da un colpo di pistola sparato da un balordo che voleva rapinarlo.