Il rapinatore prende un «pacco»

Hanno commesso un errore da dilettanti i due rapinatori che ieri mattina, a Imperia, hanno aggredito l'i\mpiegata di una banca per prenderle un pacco che invece del denaro, come credevano, conteneva semplice posta. È accaduto alla filiale del Banco di San Giorgio, dove la dipendente aggredita, più volte strattonata per aver opposto resistenza, ha riportato lesioni guaribili in venti giorni. Erano da poco passate le otto, quando la donna è uscita per ritirare la posta da uno sportello esterno situato vicino a quello della cassa continua. A quel punto, un uomo a volto scoperto l'ha aggredita cercando di strapparle il pacco credendo che fosse stato estratto dalla cassetta per i versamenti di denaro e assegni. Ne è nata una colluttazione durante la quale l'impiegata ha cercato di resistere. Pochi istanti dopo però è intervenuto anche un complice del rapinatore, a bordo di un motorino e con il volto travisato dal casco integrale, che ha aiutato il primo rapinatore a liberarsi. I due alla fine sono riusciti a impossessarsi del pacco che però conteneva copie di assegni già incassati, cambiali e bancomat inattivi. Un passante ha anche rilevato il numero di targa dello scooter, risultato rubato a Sanremo. Sul caso indagano i carabinieri, impegnati a verificare l'eventuale presenza di riprese delle telecamere nella zona che possono avere catturato l'immagine dei ladri.