Rapinatrice con il sonnifero

Agganciava passanti riuscendo ad ottenere un appuntamento nel corso del quale, tra una bevuta e l’altra, narcotizzava le sue vittime: una romena di 20 anni e un suo connazionale e coetaneo sono stati fermati dagli agenti del commissariato Viminale. La prima denuncia risale allo scorso 8 settembre quando un uomo riconobbe in Piazza della Repubblica la donna che un mese prima lo aveva addormentato dopo un pomeriggio trascorso insieme in un bar di piazza Euclide. La donna si era fatta dare un passaggio e poi offrire un caffè: l’uomo si era risvegliato su una panchina del parco di via Maresciallo Pilsudski, ai Parioli. Ancora sotto effetto del narcotico, la vittima si era messa alla guida della sua auto provocando un incidente e finendo in ospedale. Gli agenti hanno poi scoperto che la stessa tecnica era stata già messa in atto dai due complici in almeno altre tre occasioni. La donna proponeva agli uomini che incontrava di festeggiare insieme il suo compleanno convincendoli a bere insieme qualcosa e poi drogando le bevande: a quel punto riusciva a sottrarre ai malcapitati portafogli e cellulari. Con le descrizioni fornite, gli agenti hanno rintracciato la straniera e il fidanzato complice in un hotel di Via Marsala. Nella stanza, la polizia ha rinvenuto compresse narcotizzanti.I due dovranno ora rispondere in concorso di rapina aggravata con somministrazioni di sostanze soporifere.