Rapine, furti e risse: Ferragosto di paura

Deve essere che ad agosto, quando la città si svuota, si sentono più liberi d’agire. Deve essere che con le strade semi deserte è più semplice circuire le proprie «prede», mettere a segno il «colpo» e scappare con il bottino. Oppure imbastire una lite in mezzo alla strada e passare nel giro di breve dalle parole alle mani, così come se niente fosse. Fatto sta che ieri di atti di criminalità, furti, scippi, rapine, risse ce ne sono stati parecchi. E per tutti i gusti e in tutte le zone. Cominciamo da un quartiere «bene» di Genova, Albaro (...)