Rapporti con un 13enne: fermata assistente sociale

La donna, 30 anni, doveva seguire il ragazzino negli studi. Ma è stata sorpresa in atteggiamenti intimi con il 13enne su segnalazione della madre. Arrestata con l'accusa di violenza sessuale

Milano - Seguiva negli studi un ragazzino di 13 anni. Ma l'assistente sociale, 30 anni, è stata arrestata dai carabinieri con l’accusa di violenza sessuale. E' accusata di aver intrattenuto rapporti sessuali con il ragazzino. L’episodio è accaduto nella giornata di ieri. I due sarebbero stati sorpresi nella casa della stessa educatrice. La donna è stata arrestata, in quanto anche qualora il 13cenne fosse stato consenziente, la legge ritiene violenza sessuale i rapporti con adolescenti che non hanno ancora compiuto 14 anni.

La vicenda L’assistente sociale arrestata lavora per la cooperativa Diapason, una onlus che ha con il Comune un contratto per l’assistenza domiciliare dei minori con disagio psichico. Dalle prime informazioni raccolte da fonti qualificate interne all’amministrazione comunale sarebbe stata la madre dell’adolescente, afflitto da problemi di adattamento, a insospettirsi dell’assistente sociale dopo aver trovato nel telefonino del figlio messaggi sms che inequivocabilmente lasciavano intendere una relazione intima tra i due.

Il blitz Nella giornata di ieri, mentre l’educatrice era nella casa del suo assistito, sarebbe così scattato il blitz dei carabinieri che avrebbero colto la donna in atteggiamenti sconvenienti con il minore. La cooperativa Diapason da anni ha una convenzione con il Comune di Milano per l’affidamento dei servizi di assistenza domiciliare e recentemente aveva ottenuto l’accreditamento dal settore Politiche sociali di Palazzo Marino.

Convenzione sospesa Il Comune di Milano ha deciso di sospendere cautelarmente il contratto di affidamento ai servizi di assistenza domiciliare alla Diapason e ha già annunciato di volersi costituire parte civile nel procedimento che sarà istruito. "Sono sconvolta e addolorata - ha affermato l’assessore alle Politiche Sociali Mariolina Moioli - e ho già dato mandato ai miei direttori di rescindere ogni contratto con la cooperativa, visto che è la cooperativa che fornisce al Comune ogni garanzia sui propri operatori".