RAPPORTI CON LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

Niente più giorni di attesa prima di rendere effettivo il cambio di residenza. Il passaggio da una città a un’altra o a un altro domicilio, anche per la burocrazia sarà immediato, cioè diventerà effettivo nel momento della richiesta, che potrà anche essere telematica. Nel caso di passaggio da un comune a un altro il tempo massimo sarà di due giorni. Oltre sette milioni di comunicazioni verranno effettuate esclusivamente in via telematica. I cittadini avranno tempi più rapidi nella trascrizione degli atti di stato civile (nascita, matrimonio e morte), nella cancellazione e iscrizione alle liste elettorali. Per aiutare i cittadini smemorati, il decreto prevede anche che la carta di identità e i documenti di riconoscimento scadano al compimento del compleanno, con la possibiltà che il documento duri di più. Più semplici i rinnovi delle patenti e anche il bollino per il controllo dei gas di scarico, che potrà avvenire contestualmente alla revisione.
Più in generale, vengono sanzionate le amministrazioni che ritardano nell’emanazione di un provvedimento, vengono segnalate alla Corte dei conti, il dirigente responsabile se inadempiente viene sanzionato e scattano anche poteri sostitutivi.