Rassegnàti all’ignoranza

«Rassegnamoci a diventare più tropicali», titolava ieri mattina il Corriere della Sera un’intervista a tutta pagina 3 con «il professor Prodi del Cnr», fratello e sosia (occhiali a parte) dell’assai più famoso Romano. Ormai i nove «Prodi brothers», dall’alto delle loro cattedre universitarie, dispensano lezioni agli italiani in ogni campo del sapere: matematica (Giovanni), fisica (Vittorio), storia moderna (Paolo), fisica dell’atmosfera (appunto Franco), patologia (Giorgio), economia (il buon Romano). Quasi tutte materie tecniche, quelle di cui il premier rimpiange l’assenza dalle scuole. Nessuno insegna italiano. Peccato. Avrebbe potuto spiegare ai titolisti del Corriere che «rassegnamoci» si scrive con la «i». Rassegniamoci dunque a diventare più tropicali: ignoranti lo siamo già.