La rassegna Montagna e avventura «A fil di cielo»

Montagne dei Tuareg, cascate di ghiaccio e parete nord dell’Eiger: ci sono l’alpinismo classico e quello leggendario, le scalate, i grandi orizzonti, l’avventura. Tutto come sempre e tutto sempre nuovo, da 26 anni, nella rassegna «A fil di cielo» curata da Cai, Aics e Gino Dellacasa. Primo appuntamento, domani alle 21, al Teatro della Gioventù di via Cesarea, con le arrampicate nel deserto di Armando Antola (il genovese che ha salito due «Ottomila» himalayani), Alessandro Bianchi e Elisabetta Caserini. Di seguito, «Water ice», scalate su ghiaccio di Marcello Sanguineti. Secondo incontro sabato 30, alle 17, sempre nel Teatro della Gioventù, con «Il prigioniero dell’Eiger», il libro di Giorgio Spreafico che racconta il drammatico assalto alla parete nord, nel 1957, ad opera di Claudio Corti. Intervengono l’autore, Claudio Burlando, Giampiero Zunino, Claudio Picco e l’accademico Andrea Mellano.