Raul pare un nonno

5,5 CASILLAS. Con un guizzo dimostra che c’è, ma davanti a Vieira ha la catena corta e il destino della Spagna cambia.
5 SERGIO RAMOS. Sbuffa, soffia e corre come un torello che cerca sempre d’incornarti. Ma ci resta secco con Vieira.
5,5 PABLO. Un po’ pollo nelle chiusure difensive. Sbaglia il tempo e Vieira infila l’assist per Ribery. A suo merito il rigore del vantaggio dell’illusione.
6 PUYOL. Cerca l’effetto polpo: arrivare dovunque e dappertutto. Talvolta con classe e talaltra con disperazione.
6 PERNIA. Solido, operaio tuttofare e con discreto piede quando c’è da tirare una punizione.
6 XAVI ALONSO. Arroccato sulle sue posizioni: centrocampista di retroguardia. Ogni tanto qualcosa gli sfugge.
5,5 XAVI. Dovrebbe dare i tempi all’azione d’attacco: non sempre trova le soluzioni da genio della lampada.
Dal 27’ st SENNA 5,5. Corricchia come in allenamento. Solo che ieri sera non era un allenamento.
5 FABREGAS. Vivacchia tra color che sono sospesi. Gli manca vivacità.
5 RAUL. Festeggia 29 anni ma dal rendimento di ieri sera sembrano di più.
Dal 8’ st GARCIA 6. Il più reattivo degli attaccanti.
5 F.TORRES. Disperso fra guizzi senza sale per tutto un tempo. Gioca palloni avventurosi e così non incide nella partita che vede gli spagnoli uscire dalla coppa.
6 VILLA. Freddo e preciso nel tirare il calcio di rigore. Molto fumo e poco arrosto nel resto.
Dal 8’ st JOAQUIM 5,5. Butta una palla gol che avrebbe potuto cambiare il corso dell’incontro.
Allenatore ARAGONES 5. La squadra non trova ritmo ed efficacia sotto rete e alla lunga la paga con l’eliminazione.