Ravasi: «Milano capitale di una moda porno chic»

Monsignor Gianfranco Ravasi, da poco nominato presidente del Pontificio Collegio della Cultura, si è congedato dalla «sua» Milano. E partendo per Roma non ha rinunciato a «bacchettare» la città nella quale ha trascorso 18 anni come Prefetto della Biblioteca Ambrosiana: «Milano è capitale solo della moda. Una moda esteticamente discutibile, al confine fra insulsaggine e vuoto, per la quale mi sembra azzeccata la definizione del lusso data dallo studioso Gilles Lipovetsky: un fenomeno porno chic. Essere oggi capitale di questa moda non mi sembra un gran risultato» ha detto Ravasi in un’intervista pubblicata dal settimanale Panorama, in edicola oggi. A chi gli chiede cosa manca a Milano per essere capitale della cultura, il Monsignore ha risposto: «Mancano i colpi d’ala del passato, la grande tradizione non sembra ancora aver trovato eredi adeguati al compito. Mi sembra che Milano riposi placidamente su un’amaca, mossa in modo poco percettibile dalla lieve brezza che deriva dalla sua tradizione».