Il razzismo c'è. Sulla carta

Due rom hanno tentato di rapire una bambina: era il 20 maggio scorso e la notizia ve la ricorderete. Scrisse la Repubblica: «Una coppia di rom è stata arrestata dalla polizia per avere tentato di rapire una bambina di tre anni». Scrisse il Corriere della Sera: «Hanno cercato di strappargliela mentre era intenta a caricare in macchina i sacchetti della spesa». Titolò il Giornale: «Rom tenta di rapire bimba strappandola alla mamma». Notare i verbi all’indicativo. La Stampa fu ancora più tassativa: «Che si tratti di un tentativo di rapimento non c’è dubbio». Non c’è dubbio.

Bene: non era vero. I due nomadi, accusati di questo crimine orrendo, sono stati processati per direttissima e infine prosciolti qualche giorno fa. Si chiamano Viorica Zavache e Sebastian Neculau, e se non ne sapete niente siete scusati: nessun giornale ha scritto una sola riga circa la loro assoluzione. La notizia è reperibile solo su qualche sito internet. I due rom frattanto sono stati in galera per quattro mesi. Quattro. Mesi. E la domanda non è nuova: perché i giornali non hanno scritto nulla della loro assoluzione? La notizia può essere sfuggita: il Giornale rimedia oggi, in prima pagina. Gli altri? Ecco, tra gli altri non manca chi ha sostenuto che in Italia serpeggerebbe un nuovo razzismo. Il loro come si chiama?