Rc-auto più cara per i "bamboccioni"

Per i "bamboccioni", come sono stati definiti recentemente i ragazzi di circa 25 anni
dal ministro dell’Economia Tommaso Padoa Schioppa, il premio assicurativo è in aumento. Buone notizie per chi risiede al Sud

Roma - Per i "bamboccioni", come sono stati definiti recentemente i ragazzi di circa 25 anni dal ministro dell’Economia Tommaso Padoa Schioppa, il premio assicurativo è in aumento. La tendenza emerge dall’edizione 2007 del "Libretto rosso delle Assicurazioni", allegato al numero di novembre di Quattroruote, e contenente le classifiche delle migliori tariffe per ogni provincia e per diversi profili di età e sinistrosità. Un altro segnale di come forse l’età dell’immaturità, che si manifesta anche con una maggiore percentuale di incidenti al volante, si stia ampliando ben oltre la soglia dei classici diciottenni neopatentati.

Buone notizie per il Sud Buone notizie arrivano dal Sud dove, per tradizione, gli automobilisti sono sempre stati penalizzati perchè considerati più "a rischio". Prendendo in considerazione i "premi-guida" (quelli più bassi per ciascun profilo di tutte le 107 province italiane), le diminuzioni più consistenti (pari ad almeno il 20%) si sono verificate nel Mezzogiorno: a Benevento (addirittura -24,7%), Cagliari, Catanzaro e Foggia. La situazione peggiora, invece, per la fascia d’età di 24-25 anni (in classe di rischio 10), che si aggiunge a quella dei già penalizzati diciottenni. Quello dei "bamboccioni" è l’unico profilo in cui le tariffe sono cresciute rispetto all’anno scorso nella maggior parte delle città, ovvero 67 capoluoghi di provincia su 107.