Rcs cresce con volumi record

da Milano

Nuovo mini rally di Rcs (+1,8% a 5,923 euro). Ieri sul mercato sono passate di mano più di dieci milioni di azioni, il doppio del giorno precedente, pari all’1,37% del capitale ordinario. I forti volumi hanno spinto i trader a parlare di «mani sapienti» dietro l’operazione. Ancora le mani sapienti di Stefano Ricucci, dunque. L’immobiliarista romano, cha ha il 20%, ha già detto nei giorni scorsi di voler salire al 29% nella società che pubblica il Corriere della Sera.
Le speculazioni sul titolo, che ha spinto al rialzo l’intero comparto dei media, sono alimentate anche dalla possibilità di un accordo tra il patto di sindacato di Rcs e l’imprenditore romano.
Ieri l’immobiliarista capitolino è stato anche al centro di una bagarre scatenata da una intervista del settimanale Gente, nella quale l’imprenditore si dichiara pronto a «tradire Anna Falchi con il governatore della Banca d’Italia», cioè a preferire alla sua seconda moglie, fresca di nozze, «gli impegni di lavoro».
Dopo un susseguirsi di conferme e smentite, tra Ricucci e il magazine della Rusconi c’è stato uno scambio di frecciatine a mezzo stampa, con il primo che ha minacciato le vie legali dopo aver definito l’intervista «un parto di pura fantasia» e il direttore di Gente che si è dichiarato pronto a dimostrare il contrario, anche grazie ad alcuni tabulati telefonici.