Rcs crolla sotto i 4 euro

Piazza Affari si è situata ieri tra i mercati con chiusure negative in ambito europeo. La tendenza risulta irregolare perché, a fronte di una flessione intorno allo 0,4% degli indici ufficiali, il Comit e il Mediobanca chiudono quasi in parità, mentre l’indice Tech Stars chiude in positivo dello 0,22%. La scena borsistica è stata dominata dalle relazioni trimestrali, che hanno penalizzato, tra i titoli principali, Mediobanca, in calo del 3,3%. Nuovo massimo per Unicredit (più 4%), che sarà quotata a Francoforte dal 23 novembre; in positivo Fideuram (più 1,9%) per il decollo del polo assicurativo del gruppo. In ripresa Mediaset, bene Mediolanum, ma tonfo di Rcs (meno 4,1%). Cede Sorin (meno 5,6%) in vista dell’esecuzione dell’aumento di capitale. Negli assicurativi, bene Vittoria assicurazioni (più 1%): dai risultati della trimestrale troverebbe conferma l’aumento del dividendo. In consolidamento le quotazioni delle nuove reclute: Tamburi riduce i guadagni con una flessione del 3,7%, ma Caleffi recupera l’1%. Tra le new entry, oggi partirà l’ipo di Guala Closures e dal 21 novembre quella di Eurotech.