Rcs perde oltre il 2%

Piazza Affari si è allineata ieri all’andamento delle altre Borse europee. Gli indici ufficiali registrano contrastanti oscillazioni di pochi decimi di punto rispetto alle chiusure di venerdì; anche il caso Telecom, pur tra scambi sempre molto intensi, non ha portato a significative variazioni di prezzo per i titoli coinvolti nella vicenda. Gli scambi si sono mantenuti sui livelli dei giorni scorsi, con poco meno di 4 miliardi di controvalore. Se nel gruppo Pirelli cede ancora la holding Camfin (meno 1,7%), l’interesse degli operatori si è spostato sui titoli hi tech, con Tiscali in crescita dell’1,8%; ancora meglio ha fatto Fastweb (più 2%), sull’onda dell’accordo con Vodafone annunciato di recente. Nel comparto bancario non si arresta l’assestamento dei due big, Intesa e S.Paolo che perdono oltre l’1%; mentre cala del 2% Bpi nel giorno del suo ingresso nell’indice S&P/Mib. Realizzati i titoli dei media, con Rcs che arretra di oltre il 2%. Strappa Aeroporti Firenze del 5,7%, alla notizia dell’ingresso nel capitale di Premafin; cresce del 5,3% Roma calcio, ma vola di oltre il 52% la ex Centenari e Zinelli nel secondo giorno di quotazione. Bene a Milano e Wall Street la quotazione di Cti (più 15%).