Rcs punta all’estero e si prepara a ricapitalizzare

Previsto un aumento da 800 milioni in azioni e convertibili Entro aprile si dovrebbe chiudere l’acquisizione di Recoletos

da Milano

I soci Rcs saranno chiamati a varare un aumento di capitale con emissione di azioni o di obbligazioni convertibili per 800 milioni: un’assemblea straordinaria, convocata per il 27 o il 30 aprile, dovrà dare al cda la delega per un periodo di 5 anni. Obiettivo: cogliere nuove opportunità di acquisizioni, perchè l’acquisto di Recoletos, da 1,1 miliardi, verrà finanziato con risorse proprie e linee di credito già disponibili. In ogni caso Rcs per ora è già impegnata a concludere entro aprile l'acquisto della spagnola Recoletos, con ogni probabilità senza sconti rispetto all’offerta dello scorso febbraio, e non guarda alla francese Editis nè ad altre prede, «anche se non possiamo escludere nulla» ha detto l’ad Antonello Perricone.
Il gruppo, dopo aver chiuso il 2006 con un utile di 219,5 milioni e ricavi di 2.379,7 milioni, varerà agli inizi di luglio il nuovo piano industriale 2008-2010 che traccerà le linee per lo sviluppo del prossimo triennio con un'attenzione particolare ai nuovi media e, appunto, alla presenza all'estero.
Perricone ha ricordato che il cda, al momento del suo insediamento a fine luglio 2006, gli aveva affidato il compito di «mantenere la redditività nei media classici» e di sviluppare l’area multimedia e la base internazionale. Nel multimedia è stato concluso l’accordo con Dada, è stata acquisita una quota di Digicast (che conta su quattro canali satellitari e che ne lancerà uno nuovo sulle moto) ed annunciato lo studio di un’alleanza nel comparto delle radio con Finelco.
Quanto a Recoletos, che si riallaccia appunto alla linea di espansione all’estero, «siamo impegnati nella due diligence e siamo contenti: la situazione e i numeri che abbiamo trovato sono in linea con quelli che ci aspettavamo», ha aggiunto Perricone escludendo così che Rcs possa ottenere uno sconto sul prezzo. Dal prezzo di 1,1 miliardi di euro dovrà però essere dedotto l’indebitamento che sarà quantificato al termine della due diligence. L’acquisizione, afferma una nota Rcs, dovrebbe andare in porto «al più presto e auspicabilmente entro l’aprile del 2007».
Sul fronte italiano, il Corriere della sera ha avuto una diffusione giornaliera media di 673mila copie, contro le 670mila del 2005. La Gazzetta dello sport ha invertito la tendenza al calo delle vendite registrata nel 2005 e nei primi mesi dello scorso anno, entro i mondiali di calcio 2008 arriverà il full color. Positivo l’andamento dei femminili «per copie e per pubblicità» ha detto Perricone.
Tornando ai conti 2006, oltre al dividendo di 0,05 euro per le risparmio e di 0,03 euro per le ordinarie, il cda ha deciso di distribuire 2 azioni ordinarie ogni 100 possedute. La remunerazione ai soci resta così in linea col dividendo dell’anno scorso (0,13 euro per le rnc, 0,11 per le ordinarie).