Rcs Rotelli rinvia l’acquisto di una tranche

Pandette, la finanziaria di Giuseppe Rotelli che ha in portafoglio un’importante quota del capitale di Rcs Mediagroup, ha ottenuto dal Banco Popolare, venditore delle quote, una proroga del contratto di opzione relativo a una parte delle azioni, pari a circa il 3,45% del capitale del gruppo editoriale. Il gruppo, dunque, prende un po’ di tempo, rispetto agli originari accordi stipulati nel 2006 e nel 2007. Come informa una nota, infatti, il contratto di opzione relativo a 18,3 milioni di azioni, pari al 2,4 per cento del capitale con diritto di voto, «troverà regolare esecuzione alla scadenza originariamente concordata ovvero il 3 marzo 2009». Viene invece rinviato quello relativo a 25,3 milioni di azioni, pari al 3,45%. Nella nota diffusa ieri si legge: «Verrà prorogato di 5 anni, fermo restando che in relazione a tali azioni il diritto di voto continuerà ad essere esercitato da Pandette». I titoli Rcs valgono ora in Borsa 0,5995 euro, contro i 2,99 euro di inizio 2008.