Il re di birra e hamburger è brasiliano Un'abbuffata da 28 miliardi di dollari

Jorge Lemann, 77 anni, controlla i giganti Heinz, Kraft e Anheuser-Busch

Il Paperon de' Paperoni del cibo non nuota in un deposito di dobloni ma in un mare di birra. Jorge Paulo Lemann, 77 anni, è brasiliano naturalizzato svizzero, da giovane è stato cinque volte campione nazionale di tennis e secondo la rivista Forbes possiede un patrimonio di 27,8 miliardi di dollari che lo rende l'uomo più ricco del suo Paese e il 31° al mondo. Il suo fondo 3G Capital, in accordo con la Berkshire Hathaway di Warren Buffett, possiede le quote di maggioranza di Mondelez (multinazionale del cibo nata dalla fusione tra Heinz, Kraft e Burger King) ma soprattutto della Anheuser-Busch Inbev, primo produttore mondiale di birra. Nella classifica della rivista Usa, tra i primi dieci compaiono anche i suoi due soci nella 3G Capital, entrambi brasiliani: Marcel Herrmann Telles (66 anni, patrimonio di 13 miliardi di dollari, settimo) e Carlos Alberto Sicupira (68 anni, 11,3 miliardi, nono).

La famiglia più ricca è invece quella dei Mars, magnati dell'industria dolciaria: il cognome è diventato un marchio planetario della barretta al cioccolato e mou, ma l'azienda produce anche i confetti M&M's, il Bounty, la Snickers, il Whiskas per animali e altro ancora. Secondo Forbes, i fratelli Forrest jr (scomparso lo scorso 26 luglio a 85 anni), Jacqueline (76 anni) e John Franklyn Mars (80 anni) possiedono ciascuno una quota del colosso alimentare del valore di 23,4 miliardi di dollari.

L'Italia ha una presenza significativa tra i Paperoni del cibo, quella di Maria Franca Fissolo, vedova di Michele Ferrero. Nelle sue mani stringe l'impero della Nutella e dell'ovetto Kinder, un patrimonio valutato 22,1 miliardi di dollari che fa di lei la persona più ricca d'Italia e la quarta donna più benestante al mondo, preceduta da Liliane Bettencourt (L'Oréal), Alice Walton (Walmart) e appunto Jacqueline Mars.

Nella «top ten» della classifica Forbes nel settore «food and beverage» compaiono anche l'austriaco Dietrich Mateschitz, patron della Red Bull (13,2 miliardi di dollari di patrimonio), l'olandese Charlene de Carvalho-Heineken (birra, 12,3 miliardi) e il tailandese Charoen Sirivadhanabhakdi (10,7 miliardi), titolare di un impero che va dalla birra Carlsberg alla ThaiBev fino a catene di hotel di lusso e grandi proprietà immobiliari in Asia.

SFil