Re e regine del ghiaccio emozioneranno Milano

Dalla Kostner a Plushenko, sabato al Datch Forum due ore di eccezionali magie sui pattini scandite dalla consegna degli oscar

Saranno due ore di evoluzione di pura adrenalina, delizia per gli occhi di appassionati, intenditori e semplici curiosi. Perché la seconda edizione del Golden Skate Awards, sabato 11 ottobre al Datch Forum di Assago, sarà un vero e proprio spettacolo in cui si fonderanno tecnica e arte, grazie ai migliori interpreti mondiali della disciplina. A partire dal russo Evgeni Plushenko (tre mondiali e un titolo olimpico, a Torino nel 2006) che ha da poco deciso di tornare alle competizioni e che sfrutterà l'evento di Milano in ottica Olimpiadi di Vancouver nel 2010.
Un'altra grande attrazione sarà la statunitense Sasha Cohen, una giovane che il suo carisma in patria è già riuscita a spingere migliaia di ragazzine verso il pattinaggio. Un po' come la nostra Carolina Kostner, un sorriso e talento di rara intensità che ne hanno fatto in breve uno dei volti più amati dello sport azzurro, anche lei parte del cast svelato dagli organizzatori solo nella mattinata di ieri. Ma la fidanzatina del ghiaccio italiano non sarà certo l'unica portacolori della serata, perché tra i ventitré atleti che prenderanno parte all'evento c'è spazio anche per altri talenti di casa nostra, come la 22enne Valentina Marchei (quinta agli Europei e argento alle Universiadi l'anno scorso) e la coppia Anna Cappellini-Luca Lanotte, un 7° posto agli ultimi campionati continentali.
Oltre che per i grandi nomi che calcheranno eccezionalmente il ghiaccio di Assago, ci sarà da attendersi grande spettacolo perché, per una volta tanto, gli atleti non scenderanno in pista con il pensiero a punteggi e giurie, ma solo per strappare gli applausi al pubblico che affollerà le gradinate del DatchForum (l'anno scorso c'è stato il tutto esaurito). Proprio questo è il segreto della formula riproposta dagli organizzatori dopo il fortunato esordio targato 2007: un evento che privilegi le componenti arte e spettacolo di questo sport, quelle che il pubblico - anche televisivo - dimostra di gradire particolarmente, secondo uno studio realizzato dall'istituto Eurisko e presentato ieri con orgoglio dagli organizzatori nel corso della conferenza stampa.
Anche se la serata di sabato sarà esclusivamente all'insegna del godimento estetico frutto delle evoluzioni al fil di lama di questi acrobati del ghiaccio, non mancheranno però i riconoscimenti: ben 8 saranno infatti le statuette premio realizzate dallo scultore milanese Gino Masciarelli che verranno consegnate nel corso della serata.
Si tratta di tributi che andranno al pattinatore che verrà giudicato atleta dell'anno, a quello più completo, e alla rivelazione della passata stagione. A chi invece avrà dimostrato la migliore fluidità di azione e velocità di pattinata verrà consegnata la statuetta per la qualità tecnico-artistica, mentre il golden skate stile ed eleganza omaggerà la componente espressiva e l'atleta distintosi per la migliore continuità di risultati otterrà il premio valore agonistico. Infine sarà la volta del golden dei golden e del tributo alla carriera, che verrà consegnato alla 43enne fuoriclasse Katarina Witt che, impegnata in patria in un reality show, verrà raggiunta da una telecamera per poter ricevere comunque l'ovazione del pubblico di Milano attraverso lo schermo.