Il Re Leone (in 3D) piace anche 17 anni dopo

Potrebbe rientrare in una casistica da «Strano ma vero». Trovare, al quarto posto della top ten genovese, con soli tre giorni di programmazione, un film datato 1994 sembrerebbe, in apparenza, inspiegabile. Invece, è la conferma che «l’usato sicuro» va di moda anche sul grande schermo. Il Re Leone, con il tocco di modernità del 3D, ha raccolto più incassi di tante novità uscite nel fine settimana. Non è una bella notizia perché se uno spettatore è disposto a pagare il biglietto rincarato per rivedere un film che vanta numerosi passaggi televisivi, in dvd e Blu-Ray, ciò è un segnale non incoraggiante per le menti di Hollywood. Del resto, basta vedere cosa passa il convento per capire il perché di questo plebiscito per Simba. La gente non è fessa. Non compra più a scatola chiusa, memore anche di certe fregature prese nel recente passato. E’ un problema di idee che circolano sempre in misura più ridotta come testimoniano anche i numerevoli sequel, remake e compagnia cantando che ci vengono propinati puntualmente. Uno scenario non certo roseo che dovrebbe far riflettere chi non riesce a spiegarsi il perché di certi cali degli incassi al botteghino.
I più visti a Genova nell’ultima settimana
1) I soliti idioti; 2) Immortals; 3) La peggior settimana della mia vita; 4) Il Re Leone 3D; 5) Le avventure di Tin Tin; 6) Pina; 7) Warrior; 8) This must be the place; 9) Insidious; 10) Il cuore grande delle ragazze.