Re Magi in corteo per la città E Scola celebra per i migranti

Epifania significa manifestazione: il bambino Gesù viene adorato come Dio dai Magi giunti da lontano. E alla Santa Messa nella festa dei Popoli, celebrata dall’arcivescovo Angelo Scola alle 17 e 30 in Duomo, parteciperanno le diverse comunità cattoliche milanesi, uomini e donne di tutto il mondo. Una famiglia di filippini leggerà una lettera all’arcivescovo. E alla fine bambini di tutti i colori saluteranno Scola. L’arcivescovo sarà in Duomo dalle 11, per presenziare al pontificale dell’Epifania, che sarà celebrato dal cardinale Dionigi Tettamanzi.
Conosciamo i Magi grazie al Vangelo di Matteo: giunsero dall’Oriente, si prostrarono davanti a Gesù con oro e incenso e mirra, tornarono al loro Paese evitando Erode, futuro autore della strage degli innocenti. La tradizione vuole che reliquie dei Magi siano in Sant’Eustorgio. Questa mattina partirà da Piazza del Duomo alle 11 a 45 il tradizionale corteo in costume, che farà tappa a San Lorenzo per concludersi in Sant'Eustorgio, dove i Magi porteranno i doni ai personaggi della Sacra Famiglia.