Il re no-smoking che fuma come un turco

Il piccolo stato himalayano del Bhutan, è il primo primo Paese al mondo ad avere vietato ovunque il tabacco. Il ministero della Salute avverte che «nessuno potrà più accendere una sigaretta in nessun luogo della nazione. Dobbiamo preservare la nostra salute e il nostro ambiente. Non faremo sconti e la polizia sta effettuando diversi controlli. Ci dispiace per i turisti, ma devono capire che lo facciamo anche per loro». Eppure il re del Bhutan fuma come un turco. Jigme Singye Wangchuck ha ammesso di continuare a fumare, promettendo al contempo di voler tentare di ridurre il numero delle sigarette. «Sono un fumatore. Cercherò di ridurre il consumo» ha detto, rifiutandosi di rivelare quante ne fuma al giorno. «Non ve lo voglio dire», ha tagliato corto il sovrano, «ma con quattro donne in casa farei meglio a smettere». La sua lotta per cercare di smettere è appoggiata dal primo ministro che il giorno dell’entrata in vigore della legge incendiò una catasta di bionde in piazza.

Annunci

Altri articoli