Rea, i carabinieri diffondono la telefonata dell'uomo che trovò il cadavere di Melania

I carabinieri di Ascoli Piceno, su indicazione della procura di Teramo, hanno trasmesso ai media e alle testate Tv la registrazione audio della telefonata anonima che il 20 aprile scorso segnalò la presenza del cadavere Melania Rea, nel Bosco delle Casermette a Ripe di Civitella

I carabinieri di Ascoli Piceno, su indicazione della procura di Teramo, hanno trasmesso ai media e alle testate Tv la registrazione audio della telefonata anonima che il 20 aprile scorso segnalò la presenza del cadavere Melania Rea, nel Bosco delle Casermette a Ripe di Civitella. L’obiettivo è rintracciare l’uomo che chiamò i carabinieri il 20 aprile scorso annunciando di avere trovato il corpo di una donna per terra in un bosco. L’uomo si esprime in dialetto e nella telefonata dice: "Buonasera, telefono per denunciare una cosa"..."Da dove sta chiamando lei?" chiede il militare. "Da Teramo". "Teramo dove?" "Teramo stazione...ascolti, a Ripe, Chiosco della Pineta...". "A Ripe dove? Ripe di Civitella?". "Sì...al Chiosco della Pineta...ci sta nu corpo pè terra" "Per terra dove? Dentro il chiosco?". "No fuori... io stavo facendo una camminata...".