Real-Milan, tutto il fascino del derby d'Europa

Di fronte domani sera al Bernabeu le due squadre che hanno vinto più Champions. Il Milan cercherà di ripetere l'impresa dello scorso anno, l'unica volta in cui vinse al Bernabeu grazie a una doppietta di Pato. Ma questa volta troverà Mourinho...

Real-Milan, ovvero il derby d'Europa. Di fronte al Bernabeu domani sera le due squadre che più di ogni altra hanno segnato le finali di Champions. Nove coppe dei Campioni nella bacheca madridista, sette in quella di via Turati, nessuno ha saputo fare meglio in 55 anni di storia di questa manifestazione.
Real e Milan si ritrovano a un anno esatto dall'ultimo confronto: anche un anno fa merengues e rossoneri erano nello stesso girone di Champions e a Madrid finì con un clamoroso successo della squadra di Leonardo, forse l'apice della parabola del tecnico brasiliano sulla panchina milanista. Era il 21 ottobre e il Milan si impose per 3-2 con Pato grande protagonista di quella che probabilmente è stata la sua partita più bella nella sua ancor breve carriera rossonera. Si comincia con una colossale papera di Dida, che regala l'1-0 a Raul, e si chiude con il papero in trionfo, autore del secondo e del terzo gol rossonero dopo il siluro di Pirlo che aveva portato il Milan sull'1-1. Il Real di pellegrini gioca con Casillas, Sergio Ramos, Pepe, Albiol, Marcelo, Lassana Diarrà, Xabi Alonso, il grande ex Kakà, Granero (Drenthe, che entra e segna il gol del momentaneo 2-2), raul e Benzema. Il Mila replica con Dida, Oddo, Nesta, Thiago Silva, Zambrotta, Ambrosini, Pirlo, Seedorf, Pato, Inzaghi (Borriello), Ronaldinho (Flamini).
L'ultimo successo madridista sui rossoneri al Bernabeu è invece del marzo 2003, girone della seconda fase di Champions, con il Milan già qualificato ai quarti e la squadra di Del Bosque (il futuro ct della Spagna campione del mondo) che si impone 3-1 con una doppietta del solito Raul e un gol di Guti contro quello rossonero di Rivaldo. Il Real dei galacticos gioca con Casillas, Salgado, Helguera, Pavon, Roberto Carlos, Makelele, Flavio Conceiçao, Figo, Zidane (Solari), Raul (Portillo) e Ronaldo (Guti). Il Milan di Ancelotti risponde con Abbiati, Simic (Nesta), Laursen, Costacurta, Maldini, Dalla Bona (Rui Costa), Seedorf, Redondo (Pirlo), Brocchi, Rivaldo, Shevchenko.
In tutto i confronti europei tra Rela e Milan sono 13, compresa lòa finale di coppa Campioni del '58 vinta 3-2 ai supplementari dagli spagnoli. Al Bernabeu, come detto, il Milan ha raccolto un solo successo nell'ultima visita contro 4 sconfitte e un solo pareggio, quello che nell'88-89 aprì le porte della terza coppa Campioni rossonera conquistata dal Milan di Sacchi. Allora si giocò a livello di semifinale e al gol del messicano Hugo Sanchez i rossoneri replicarono con un'autorete di Buyo che ribattè in gol di schiena un tiro di Van Basten finito contro la traversa. Il Real di Leo Beenhakker giocava con Buyo, Chendo, Tendillo, Michel (Paco Llorente), Sanchis, Gordillo, Butragueño, Schuster, Sanchez, Gallego, Martin Vazquez. Il Milan replicava con G.Galli, Tassotti, Maldini, Colombo (Costacurta), Rijkaard, Baresi, Donadoni, Ancelotti, Van Basten, Gullit (Virdis), Evani.
Stasera si replica

Nella foto: Pato tra Albiol e Arbeloa