Reality anti-carne Andrà in diretta da un mattatoio

In teoria è un programma educativo e andrà in onda sul secondo canale della Bbc nel 2007, ma sta già suscitando polemiche in Gran Bretagna. Si chiamerà semplicemente «Carne» e metterà alla prova lo stomaco degli spettatori. Perché in questa sorta di «reality», ogni settimana verrà chiesto ad alcune persone di recarsi in un macello, dove vedranno - e con loro gli spettatori - come una mucca (o, peggio, un vitellino) viene abbattuto, sezionato e trasformato in confezioni di carne. Alla fine verrà chiesto loro di mangiare una bistecca o un filetto, sempre in diretta tv.
Quanti accetteranno? Domanda non semplice perché, come rivela il quotidiano Guardian, tra i «testimoni» ci saranno vegetariani convinti e irriducibili divoratori di fettine, animalisti e rappresentanti dell’industria alimentare. La trasmissione, c’è da giurarlo, sarà alquanto vivace e rischia di modificare le abitudini alimentari di centinaia di migliaia di britannici, tradizionalmente grandi consumatori di carne. L’ipotesi più probabile è che le immagini suscitino raccapriccio nei telespettatori e c’è chi prevede un crollo delle vendite. Ma Nick Curwin, il produttore di «Meat», non ne è affatto sicuro: «La trasmissione potrebbe, anzi, smontare molte delle convinzioni degli animalisti» sui presunti orrori dei mattatoi. Tra poche settimane sapremo chi avrà ragione.