Realizzi sui bancari

Fine settimana sulle sabbie mobili a Piazza Affari, dove gli indici Mib hanno ceduto quasi l’1%, con la sola eccezione del Midex, che chiude con un modesto apprezzamento. Gli indici Comit e Mediobanca subiscono modeste limature, in relazione anche al peso che in questi indici ha la capitalizzazione del titolo Fiat. È stata infatti l’azione della casa torinese a condizionare il resto del listino, con un calo del 5,8% dopo la decisione di S. Paolo Imi e Montepaschi di collocare sul mercato le azioni in loro possesso. Di conseguenza Ifi ha ceduto quasi il 3% e Ifil l’1,7%. Nei bancari realizzi tra le big del settore, con Unicredit e Intesa che arretrano dell’1,5% e Capitalia dell’1,4%. Nel risparmio gestito giornata negativa per Fideuram, in calo del 4,5%, sotto i 5 euro, per disinvestimenti di grossi operatori istituzionali. I nuovi spunti del greggio hanno penalizzato i titoli energetici, ma hanno invece premiato quelli operativi nel settore delle perforazioni, con Socotherm che guadagna il 3,3%, Saipem l’1,7% e Snam rete gas di oltre l’1%. Realizzati i telefonici e gli editoriali, mentre nella moda segno positivo per Tod’s (più 2,8%); e negli immobiliari Risanamento balza di quasi il 4 per cento.