Reati ambientali Il Comune di Milano parte civile

Il Comune di Milano chiede i danni a due società accusate di reati ambientali. La giunta ha votato due delibere per costituirsi parte civile in altrettanti processi. Imputate, un’azienda edile, che avrebbe utilizzato un’area di via Cascina Bellaria come discarica per rifiuti edili da demolizioni e imballaggi, e una società proprietaria di un’area situata in via San Romanello, accusata di smaltire in quella zona rifiuti pericolosi, come oli esausti che avrebbero contaminato il terreno. «I reati ambientali - commenta il vicesindaco con delega alla Sicurezza Riccardo De Corato - recano danni gravissimi al territorio, come nel caso dei rifiuti pericolosi, che possono aver ripercussioni sulla salute dei cittadini». De Corato spiega che «c’è anche un danno all’immagine della città, per il degrado ambientale e igienico-sanitario che questi reati portano, dando vita alla protesta dei cittadini». Le prime udienze dei due procedimenti penali si terranno oggi, per la società di Cascina Bellaria, e il 24 ottobre, per quanto riguarda l’area di via San Romanello.