Reato estinto per Agostino

Condannato a sei mesi in primo grado per abuso d'ufficio l'ex sindaco di Chiavari, Vittorio Agostino, in secondo grado ha ottenuto una sentenza di «non doversi procedere per estinzione del reato». La sentenza è stata emessa dalla terza sezione penale della corte d'appello di Genova. Insieme all'ex sindaco, attualmente consigliere di minoranza, nell'aprile del 2004 era stato condannato a sei mesi, sempre per abuso d'ufficio riguardo alla procedura di vendita di box auto di proprietà del Comune, anche l'allora segretario comunale Giorgio Serpagli. La vendita risaliva al marzo del 1998.
I due imputati erano difesi dai legali Giovanni Scopesi, Roberta Barbanera e Chiara Antola del foro di Genova. Intanto il segretario regionale della Margherita, Rosario Monteleone, ha invitato i consiglieri comunali di Chiavari del proprio partito, nonostante le dimissioni del vicesindaco della Margherita Scuderi presentate due settimane fa e la precedente uscita dal consiglio dei rappresentanti della Margherita, a non sfiduciare la giunta di centrosinistra, guidata da Sergio Poggi, nella votazione del consiglio comunale che si terrà questa sera alle 21 a palazzo Bianco. La disponibilità ad una modifica della giunta e un miglioramento dell'accordo programmatico sono i motivi, secondo il segretario regionale Monteleone, per i quali i consiglieri comunali non dovranno sfiduciare la giunta chiavarese.