Reato di omicidio colposo per il ventenne alla guida

Pierfrancesco è rinchiuso in una cella del carcere di Monza con l’accusa di omicidio colposo. Adesso che al bollettino della strage si è aggiunto un altro morto la sua situazione potrebbe aggravarsi. Il fascicolo dei carabinieri è sulla scrivania della magistratura. «Adesso – spiega Antonio Pizzi, procuratore capo della Repubblica di Monza – stiamo ricostruendo tutta la dinamica. Dobbiamo sentire il ragazzo. Ci risulta che ha bevuto alcolici fino alle due di notte. Per ora al test è risultato, se pur di poco, oltre il limite consentito».