Reato penale evadere oltre i 50mila euro

Il mancato pagamento dell’Iva superiore ai 50mila euro diventa un reato penale. Il governo ha introdotto una nuova fattispecie delittuosa riferita al mancato pagamento dell’Iva in seguito a dichiarazione, e ha equiparato il reato al mancato versamento delle ritenute. «La fattispecie delittuosa dell’omessa presentazione della dichiarazione» si realizza al superamento della soglia di 50mila euro di imposta evasa, un livello più basso rispetto ai precedenti 150 milioni di lire. Viene sottoposta a sanzione penale anche la compensazione di Iva falsa. È la «stretta» sull’Iva uno dei piatti forti del pacchetto fiscale presentato dal viceministro Vincenzo Visco: le norme anti-elusione dovrebbero portare nelle casse dell’Erario un maggior gettito di circa 1,2 miliardi di euro. La stretta Iva riguarda anche le agenzie immobiliari e i subappalti: è l’appaltatore a diventare responsabile del versamento Iva, non più il sub-appaltatore. Vengono esclusi dall’Iva i soggetti «minimi» con volume d’affari inferiore a 7mila euro l’anno.