La reazione «Basta farsi propaganda denigrandoci»

Dura reazione dei consiglieri regionali del Pdl al documento di Enrico Musso che ieri su internet ha pubblicato sulla sua pagina di Facebook un commento molto duro sull’attuale gestione del partito: «Caro Enrico, noi non ti chiediamo di uscire dal Pdl, ma per favore fai chiarezza e cerca di essere coerente e conseguente. Il Pdl non può essere pulito, senza scandali e senza zoccole solo ed esclusivamente quando ti candida, sostenendoti lealmente ed economicamente, a Sindaco di Genova e ti nomina capolista al Senato. Non puoi oggi nel pieno delle polemiche e delle difficoltà del nostro partito, che non vanno nascosti, metterti a "fare il bastian" contrario, votare contro i provvedimenti del Governo, criticare il gruppo dirigente. La richiesta degli amici del Pdl di Genova che ti chiedono di uscire dal partito è fatta per richiamati alla coerenza. In un partito o si ci sta perché se ne condivide il progetto, gli ideali e si lavora per questo con la finalità di accrescerne il consenso oppure si sceglie di non condividere e di non appartenere. Nessuno ci obbliga a stare dentro un partito se non ci troviamo bene. Possono esserci divergenze di opinione, si possono non condividere i metodi e l'organizzazione ma quando si arriva alle offese nei confronti di quelli che fanno parte della stessa squadra allora noi diciamo basta. Prenditi tutto il tempo che vuoi e poi facci sapere cosa hai deciso, ma per favore smettila di farti propaganda denigrando il Pdl e i suoi militanti».