Reazioni Il Pdl dialoga ma il Pd non ci sta

Lo scontro sul David ha dato il via ad una serie di reazioni politiche. Per il Pdl è intervenuto il deputato Gabriele Toccafondi: «Sul David uno scontro tra Comune e Stato è da evitare anche perché quanto riportato dal ministero della Cultura non apre troppe possibilità per il Comune di Firenze. Renzi se ne faccia una ragione e apra al dialogo vero. Le vie legali sulla proprietà del David fanno perdere solo tempo e screditano il nostro paese all’estero, meglio pensare alla collaborazione». E ancora: «In fondo il David all’Accademia significa 1 milione 300mila visitatori l’ anno, che sono una ricchezza per la città. Oggettivamente difficile dire che alla città non torni niente dal turismo che visita il David, l’Accademia o altri musei statali». Posizione diametralmente opposta quella di Francesco Bonifazi capo gruppo del Pd fiorentino al comune: «La presa di posizione del ministero dei Beni culturali sulla proprietà del David di Michelangelo non fa che confermare l’incomprensibile volontà di questo Governo di attuare il federalismo a giorni alterni: ciò che gli fa comodo se lo tiene, quello che gli pesa lo vuol dare agli Enti locali».