Il rebus del Senato in palio 18 «premi»

Dietro un sistema proporzionale, la legge elettorale entrata in vigore nella scorsa legislatura per volontà del centrodestra nasconde un meccanismo maggioritario in quanto nelle elezioni per la Camera assegna alla coalizione che prende anche un solo voto in più delle altre coalizioni in lizza un premio di maggioranza che le consente di poter contare su 340 seggi, cioè il 55% dei deputati. Fra i numerosi e gravi difetti della legge c’è il meccanismo del Senato, che non si basa su un unico premio di maggioranza ma su diciotto premi regionali che si possono distribuire fra le coalizioni maggiori in modo tale che la loro somma algebrica può determinare, come è accaduto, un sostanziale pareggio.