«Recco gastronomica» cambia presidente e rilancia la tradizione

Cambio al vertice del «Consorzio Recco gastronomica»: dopo un duplice triennio di presidenza di Gianni Carbone, uno dei leader carismatici della ristorazione ligure e non solo recchese, si è proceduto a un naturale avvicendamento. Per il triennio 2007-2009, dunque, alla guida del sodalizio consortile dei ristoratori recchesi è stato nominato Alfredo Passano, titolare del ristorante Alfredo, socio fondatore del Consorzio nel 1985. All’epoca, Passano con Gianni Carbone (Manuelina), Vittorio Bisso (da O Vittorio), Giambattista Squarzati (Vitturin), Biagio Palombo (Baracchetta) e Lino Macchiavello (allora titolare di Lino) si riunì davanti al notaio grazie all’allora assessore regionale al Commercio Edmondo Ferrero; insieme diedero vita a una forma associativa fra ristoratori che ancora oggi viene portata a esempio a livello nazionale. A distanza di oltre vent’anni, i «magnifici 5» soci fondatori (Vitturin, Manuelina, da Vittorio, La Baracchetta di Biagio e Alfredo) che costituiscono «lo zoccolo duro e inamovibile» del Consorzio Recco gastronomica - coordinato da sempre da Dimensione Riviera di Lucio e Daniela Bernini - sono affiancati dai ristoranti Ai Pesci Vivi, Lino (con la famiglia Macchiavello rientrata nel locale dopo alcuni anni di gestione a terzi), La Villetta e I Due ladroni in qualità di «affiliati». In programma una fitta serie di iniziative, a sostegno della tradizione di «Recco capitale gastronomica della Liguria»: a Final Borgo per il Salone Agroalimentare, a Milano per un convegno internazionale, alla Fiera di Genova per l’apertura del punto ristoro Recco a Tavola a «Primavera», mentre continua la pubblicazione del «Corriere dell’Onesto Peccato», l’House organ del Consorzio.