Recco, scontro sui manifesti

I manifesti, a molti, sono sembrati quanto meno inopportuni. Li hanno affissi dopo la visita a Recco del presidente uscente della Provincia, Alessandro Repetto, in campagna elettorale per il ballottaggio contro Renata Oliveri. «Nei manifesti si ringrazia Repetto per la solidarietà dimostrata verso Recco dopo l’alluvione dello scorso venerdì - protesta Sabrina Parodi del direttivo locale di Forza Italia-. Il presidente è venuto solo a fare una visita e non mi risulta abbia promesso o stanziato denaro. Tappezzare la città con manifesti che lo ringraziano a pochi giorni dal ballottaggio non è stato un bel gesto. Si è speculato sull’alluvione».
Il manifesto è firmato dal Centrosinistra e dall’Italia di mezzo. Dopo l’alluvione di venerdì, oltre a Repetto è arrivato a fare un sopralluogo anche l’assessore alle Opere pubbliche, Giuseppe Fossati. «L’assessore e i tecnici della Provincia sono rimasti per cinque ore a discutere con gli addetti del Comune per trovare soluzioni ai problemi, si sono comportati in modo esemplare» ricordano alcuni in città. «È stata solo una passerella elettorale, Repetto ha dato qualche pacca sulla spalla mentre i nostri assessori erano in strada a sturare i tombini e se ne è andato senza aver promesso nulla» ribattono altri.
Il centrodestra, ora, ha stampato dei contro-manifesti da attaccare negli spazi elettorali. «Non saranno una risposta a quelli davvero inopportuni che ringraziano Repetto - riprende la Parodi - Li abbiamo fatti per ringraziare chi al primo turno delle provinciali ha votato per Renata Oliveri, la candidata del centrodestra, e per ricordare che domenica e lunedì c’è il ballottaggio e che è importante tornare a votare per la nostra candidata».
Nessun risposta provocatoria, dunque, al «grazie» a Repetto. «Li firmeremo “il Centrodestra”, così come quelli attaccati dopo l’alluvione sono stati firmati “il Centrosinistra” - racconta ancora l’azzurra-. Chi vuole capire, capisca...».
Secondo l’esponente di Forza Italia, la prima versione dei cartelli bianchi pro-Repetto era un’altra: «Si diceva “la Città di Recco ringrazia Alessandro Repetto”. Ma come si permettono di parlare a nome di tutta Recco che, tra l’altro, è amministrata dal centrodestra? Sopra quei manifesti, attaccati anche nella piazza del Comune, ne sono stati appiccicati degli altri, senza riferimenti all’intera città». E sugli autori della campagna di affissione conclude: «I manifesti sono firmati dall’Italia di mezzo e dal Centrosinistra, non bisogna fare molta fatica per capire di chi è stata l’idea».
E il sindaco? Gian Luca Buccilli preferisce non commentare: «A pochi giorni dal ballottaggio - dice - meglio evitare giudizi e polemiche».