Il Recco vince la sfida dei Campioni

Una grande Pro Recco affonda la Honved di Budapest 11-8, giocando una gara a dir poco superlativa, ma rude, come vuole la tradizione. Solita la tattica degli ungheresi: partenza a razzo. Così si trovano nel giro di un minuto per ben due volte a tu per tu con Tempesti. Senza nulla di fatto, però. La Pro Recco, agendo di rimessa, ma con una lucidità non comune, ha risposto dal par suo: 2-0 alla fine del primo tempo (Madaras e Deserti), 6-2 alla fine del secondo( Sottani, Szivos, Madaras e Angelini) mandando nel pallone i blasonati avversari. Pari il terzo tempo, 3-3, quindi ultima frazione al cardiopalma: la Pro tiene, ma la Honved riduce lo svantaggio di cinque reti, con la consapevolezza che la gara di ritorno si giocherà a Budapest. Al Boschetto di Camogli c'era ieri sera in vasca la storia della pallanuoto europea. Da una parte il Recco, 19 titoli nazionali, 3 coppe dei campioni, dall'altra la Honved regina dal 2000 ad oggi in Ungheria con cinque titoli ed una coppa.
Pro Recco: Tempesti, Magalotti, Madaras 4 (1R), Mangiante, Szivos 3, Vujasinovic, Mannai, Angelini 1, Bettini, Calcaterra 1, Sottani 1, Deserti 1, Gennaro. All. Giuseppe Porzio.
Domino BHSE: Gergely, Harai, Kovacs, M.Toth, Fodor, Barany, Kiss 2, Benedek 2, Molnar 3, Vari 1, Pajan, Biros, Gyorke. All. Istvan Kovacs.
Arbitri: Rajevic (SCG), Macache (ROM). Parziali: 2-0, 4-2, 3-3, 2-3. Note: usciti per limite di falli nel IV tempo Bettini e Mangiante(R). Espulso per gioco violento nel IV tempo Kiss (H)Nel IB tempo Gergely para tiro di rigore a Madaras.