Recoba: «Mancini? Nessun feeling»

da Torino

All’Inter Alvaro Recoba è ancora legato da un grandissimo affetto. Tanto che se il suo Torino avesse avuto «qualche punto in più», domenica prossima alle 15 il Chino avrebbe fatto di tutto per non scendere in campo al Meazza, magari inventando un infortunio. Legato alla società, al suo ex presidente (ma ancora grande tifoso) Massimo Moratti. Legato a tutti, con un’unica eccezione: Roberto Mancini. «Non c’è mai stato feeling», ha detto l’attaccante uruguaiano, che domenica affronterà l’Inter da ex: «Io, comunque, sono stato parecchio fortunato. Lo dico sempre, ho cercato di stare bene - ha spiegato Recoba in un’intervista a Sky Sport - non è che volevo farmi male per non essere a disposizione dell’allenatore. Mancini l’ho sentito parecchie volte prima che lui arrivasse all’Inter, però quando lui è arrivato non gli sono andato dietro per giocare. Adesso, nel caso di Novellino, io parlo tantissimo con lui ma non mi permetterei mai di approfittare del rapporto che abbiamo per dire che dovrei giocare. Mancini ha il suo modo di vedere tutto, io ho il mio e non ci siamo incontrati».