Ma il record al femminile è finlandese

Donne in maggioranza nel nuovo governo spagnolo. Per l’Europa mediterranea sicuramente un record. Ma nel resto del Continente sono molti ormai i Paesi nei quali la presenza femminile in politica ha raggiunto livelli notevoli. Il record spetta alla Finlandia, attualmente il «Paese guida» per quanto riguarda la presenza politica delle donne. Nel governo Vanhanen, entrato in carica un anno fa, le donne ministro sono 12 su 20 (il 60%), anche se i dicasteri più importanti sono assegnati a maschi. Maggioranza femminile anche nel governo norvegese, dove, dopo il rimpasto di settembre, sono 10 contro 9 uomini. Alta percentuale femminile anche in Francia (7 donne su 15 membri) e in Belgio, dove nel nuovo governo Leterme ci sono 7 donne su 15. E se la ’maglia nerà dei governi meno «rosa» d’Europa è del Portogallo (appena 2 donne ministro su 16), anche l’Italia non se la passa bene. Nel governo Prodi uscente, dove pure la percentuale femmminile era tra le più alte della storia italiana, le donne erano solo sei su 25 (il 24%).