È record per Pernod Ricard

Piccola bufera sulle Borse mondiali. A scatenare la crisi il ribasso di quasi il 3% della piazza di Tokio, con chiusura in anticipo del mercato, a causa dell’eccessivo volume di scambi, dopo lo scandalo che ha coinvolto il titolo Livedoor. Il calo di New York è poi legato all’andamento pesante dei titoli tecnologici, con l’indice Nasdaq in calo di oltre l’1%. Marcate le flessioni di Intel e Yahoo!, che perdono oltre l’11%; ma arretra anche Google del 3,5%. Nel settore delle compagnie aeree American Airlines recupera il 3,8% dopo la perdita del 7% registrata il giorno prima. È proseguito anche ieri l’assestamento delle piazze europee, con Francoforte che ha ceduto oltre l’1%, trascinato al ribasso dai titoli dell’auto. Giù anche Intel che perde il 9%. A Parigi a nuovi massimi storici Pernod Ricard (più 2,7%). Sorprese dalle Borse minori, con il mercato del Cairo a nuovi livelli record, stimolato dai rialzi dei titoli immobiliari.