Recup, appalto irregolare: 5 indagati

Ci sono cinque indagati nell’inchiesta della Procura sul bando di gara per la gestione del Recup, il call center regionale per le prenotazioni sanitarie. Si tratta di manager e dirigenti regionali del Lazio che ora dovranno difendersi dall’accusa di turbativa d’asta. Per i magistrati ci sarebbero state delle irregolarità nella predisposizione dell’appalto per l’organizzazione del centralino, in particolare nell’individuazione dei requisiti dei partecipanti. Gran parte del bando, ritiene la Procura, sarebbe stato estrapolato da uno schema consegnato dalla Capodarco, la cooperativa che si occupa di disabili la quale avrebbe presentato l’unica offerta pervenuta. I requisiti elencati nel capitolato, difatti, corrisponderebbero proprio a quelli della cooperativa.