«Recup, Marrazzo taglia la spesa»

«Se Marrazzo ha annunciato di togliere il ticket sanitario, adesso capiamo da dove attinge per prendere parte dei fondi destinati alla spesa sanitaria». Massimo Davenia, vicepresidente del gruppo An alla Provincia di Roma in una nota ha contestato l’interruzione di un servizio a vantaggio degli utenti del sistema sanitario pubblico che prevede l’invio direttamente a casa di tutte le informazioni relative alla visita, dal numero di prenotazione all’importo da pagare.
«Secondo quanto riportato dagli operatori del centro unico di prenotazioni sanitarie della Regione Lazio, che rispondono all'800986868, da circa due mesi il servizio è stato sospeso - ha dichiarato Davenia -. Questa procedura, adottata dalla precedente giunta Storace, rappresentava una comodità. La busta del Recup permetteva il pagamento del ticket presso i centri Sisal. Il servizio sarebbe stato interrotto per motivi di "privacy" dalla giunta Marrazzo. Vorrei ricordare alla maggioranza di centrosinistra alla Regione Lazio che nel bollettino per il pagamento Sisal non compariva alcun dato personale - ha aggiunto Davenia -. Richiedo che la giunta Marrazzo provveda a informare la cittadinanza sulle ragioni di questa disposizione che, a mio avviso, non riguarda la tutela della privacy, ma rappresenta un taglio di spesa ingiustificato e dannoso per l'utenza».