Recup, si indaga per abuso d’ufficio

Abuso d’ufficio: è l’ipotesi di reato su cui si starebbe incentrando l’attività della procura di Roma nell’ambito dell’inchiesta sulla regolarità del bando di gara per la gestione del «Recup», ovvero del call-center per le prenotazioni dei servizi sanitari nel Lazio. Secondo quanto si è appreso, al momento la contestazione non sarebbe stata ufficializzata nel fascicolo d’indagine, né ancora esisterebbero indagati nell’ambito dell’inchiesta della procura capitolina. I pm Giancarlo Capaldo, Giovanni Bombardieri e Maria Cristina Palaia, titolari dell’inchiesta, stanno cercando di capire se nel bando di gara sia stata rispettata la normativa prevista.