Recup, il Tar discuterà direttamente il ricorso della Capodarco

La Cooperativa Capodarco rinuncia a chiedere al Tar del Lazio di sospendere la decisione del Cda della Lait di revocare la gara per la gestione del servizio «Recup» del Lazio. I giudici amministrativi decideranno quindi direttamente sulla richiesta di annullamento dello stesso provvedimento. E lo faranno nel corso di un’udienza di merito che sarà fissata. È l’esito dell’udienza di ieri nel corso della quale i giudici della I sezione del tribunale amministrativo hanno accolto la richiesta di rinvio al merito proposta dai legali della cooperativa che si occupa, tra l’altro, dell’inserimento lavorativo delle persone disabili. In contestazione c’è la decisione con la quale il 7 dicembre scorso il Cda di Lait, società che gestiste i bandi di gara regionali nel settore della sanità, decise di revocare il bando di gara per la gestione del call-center regionale per la prenotazione dei servizi sanitari.