Recuperata a Saponaraterza vittima maltempo

Questa mattina è stato estratto dal fango il corpo senza vita di Luigi Valla, l’operaio 55enne che martedì sera è stato brutalmente ucciso dalla frana

Nel Messinese la tragedia non si arresta. Questa mattina è stato estratto dal fango il corpo senza vita di Luigi Valla, l’operaio 55enne che martedì sera è stato brutalmente ucciso dalla frana che si è abbattuta sulla sua abitazione a Saponara.

Sono stati i vigili del fuoco a individuare, alle prime luci dell'alb, il cadavere di Luigi sotto una coltre di fango. Per il recupero del corpo è stato, tuttavia, necessario l’intervento dei carabinieri del Ris di Messina che hanno dovuto eseguire dei rilievi. Soltanto successivamente è stato, dunque, possibile procedere al recupero dei resti del corpo mutilato dell’operaio. "Il corpo è stato estratto con molte difficoltà - hanno spiegato i vigili del fuoco dopo aver ritrovato il cadavere - purtroppo tra l’individuazione del cadavere e il suo recupero sono stati necessari ulteriori rilievi e sono trascorse altre ore". Subito dopo la salma della terza vittima della frana è stata trasferita all’obitorio del policlinico di Messina per essere sottoposta a un'autopsia.