Il recupero Baresi: «Mourinho come il Trap. Vi spiego come si fa a sopportarlo»

POSSIBILISTA Beretta, presidente Lega: «Ipotesi da considerare». Collina: sono solo chiacchiere

nostro inviato ad Appiano Gentile

«Come faccio a sopportare José Mourinho? C’è in giro un mucchio di gente che vorrebbe sopportarlo al mio posto...». Ci aveva abituato a un profilo basso, poi Josè gli ha regalato una conferenza stampa per il suo compleanno e Beppe Baresi si è dato una sheckerata: «Fa piacere che ora anche la stampa ci elogi ma a noi non interessa, così come non ci interessa la prodezza di un singolo, qui c’è una convinzione totale, un obiettivo comune, giocare, vincere, raggiungere il traguardo. La medesima situazione che c’era con Giovanni Trapattoni nell’anno dello scudetto dei record. In questo lui e Mourinho sono molto simili, hanno un progetto e la grande qualità di saper coinvolgere tutto l’ambiente per realizzarlo».
Alla vigilia di Parma ripete che la partita più importante è la prossima, ma nella testa di tutti c’è il Chelsea, questa Inter non può uscire di nuovo agli ottavi, non si tratta di fallimento o di stagione gettata, è qualcosa che va oltre e parte dalla preparazione invernale a Dubai per continuare a stare in Europa fino a maggio: «Siamo in una condizione fisica e mentale eccezionale, ci mancavano Chivu, Lucio, Sneijder, Stankovic e nonostante questo non sapevamo chi tenere fuori, una situazione che non riguarda solo i quattro attaccanti, ma anche gli altri reparti». Dibattito: può questa Inter giocare con tre punte più Sneijder?
Eventualità impensabile fino a poche settimane fa, ora possibile grazie alla disponibilità dei giocatori. Con il Cagliari Samuel Eto’o è parso il meno brillante, ma si è fatto il campo almeno venti volte, con questo atteggiamento ha permesso a Pandev e Milito di stare in campo con lui. Questa è l’Inter che ha chiuso in nove il derby, questa è l’Inter che può permettersi Sneijder dietro a quei tre. Non è spavalderia tattica, è il Chelsea che fa lavorare Mourinho in questa direzione, centrocampo e difesa dei londinesi vanno aggrediti, il 4-4-2 è un brodino che ha già mostrato i suoi limiti contro il Barcellona.
Comunque oggi c’è il Parma e Sneijder sconta la seconda giornata di squalifica, Balotelli potrebbe rilevare Pandev, dietro rientra Lucio, Thiago Motta con Zanetti e Cambiasso in mezzo. Stankovic non è convocato, il suo problema al gemello è più pesante del previsto. Ma la notizia è che ieri Cristian Chivu ha svolto un primo leggero lavoro di ripresa atletica dopo l’intervento al cranio del 7 gennaio.