Recupero di metalli e greggio

La settimana si chiude con il recupero di greggio e metalli. Sulla scia degli scioperi in Nigeria, il future del Brent è tornato a valicare i 70 dollari al barile. L’oro ha migliorato le posizioni a 652,85 dollari l’oncia. Ma la crisi Usa dei mutui immobiliari potrebbe indebolire il dollaro, rilanciando le quotazioni dei preziosi. Tra i metalli di base, frazionali progressi del rame grazie agli scioperi in Perù e Cile. Il piombo si è confermato a ridosso del record storico di 2.550 dollari per tonnellata. La spinta trova validi alleati nelle posizioni rialziste di fondi pensione e hedge fund.