«Reducciones», gesuiti in missione in Sudamerica

Anni fa, un famoso storico marxista (ancora vivente) diceva peste e corna dei Conquistadores spagnoli in una conferenza. Ce l'aveva con la colonizzazione europea e io opposi l'esperimento delle reducciones dei gesuiti, che tanta ammirazione destavano perfino in Voltaire (ed è tutto dire). Mi rispose che, sì, ma quello era «paternalismo». Eggià, erano così contenti gli indios di stare nell'età della pietra... Ma per lui al «paternalismo» dei missionari andava sostituita la «mission» di Che Guevara e Castro, i soli che avevano in tasca la soluzione per le Americhe.

Rino Cammilleri