«Un referendum per abolire il ticket»

«Lunedì presenteremo al sindaco Moratti la richiesta di referendum sull’Ecopass sottoscritta da migliaia di cittadini milanesi. Lo abbiamo sempre giudicato un provvedimento ingiusto, iniquo e inutile che si è risolto soltanto in una tassa in più per i cittadini». Il capogruppo provinciale dello Sdi, Roberto Caputo, continua la lotta contro il ticket. Il traffico, riferisce, «si è ridotto di pochissimo mentre le polveri sottili sono ormai da quaranta giorni sopra la soglia e quindi la salute di chi abita a Milano è gravemente minacciata. Davanti alla scelta autoritaria fatta da Letizia Moratti in tema di Ecopass, vogliamo ridare la parola ai cittadini perchè siano loro, democraticamente, a decidere su questo provvedimento». Con la petizione chiederà dunque al sindaco di indire un referendum per l’abolizione del ticket d’ingresso.
Promossa dal Comitato per Milano e dal Partito socialista, la raccolta firme era partita il 2 gennaio scorso, un giorno dopo l’entrata in vigore ufficiale dell’Ecopass. A firmare la richiesta di consultazione popolare sono state quasi 1.500 persone, «un numero di adesioni - ha precisato Franco D’Alfonso del Comitato per Milano - ben superiore alla soglia minima consentita dalla legge». Tra i sostenitori non ci sono solo cittadini residenti a Milano, ma anche dell’hinterland, le cui firme però - hanno precisato i promotori - rappresentano solo «un sostegno alla causa contro l’Ecopass, ma non possono essere conteggiate tra le mille necessarie per chiedere un referendum».