Referendum in vista sulla torre di Fuksas

La proposta di Antonella Frugoni (Forza Italia) per mettere in crisi la maggioranza a Savona

da Savona

La decisione finale, anche se non vincolante, sul più importante progetto di cambiamento urbanistico e territoriale di Savona potrebbe toccare ai cittadini savonesi: un referendum consultivo sul porticciolo turistico della Margonara e la torre-faro alta 120 m. disegnata dall'architetto Massimiliano Fuksas. A lanciare la proposta è la presidente della V circoscrizione savonese di FI, Antonella Frugoni, durante l'ultima seduta della Commissione Lavori pubblici e territorio presieduta da Francesca Cavalleri dell'UDC. All'ordine del giorno la proposta di un referendum comunale consultivo esteso a tutti gli elettori savonesi, strumento previsto dallo statuto e dal regolamento comunale. Per ora la proposta è stata solo rinviata in attesa di avere maggiori dettagli sul progetto definitivo, anche al fine di elaborare un quesito referendario in grado di riassumere tutte le implicazioni che avrà la realizzazione del progetto Margonara-Fuksas. Una mossa tattica che potrebbe creare non poche difficoltà alla giunta di centro sinistra di Federico Berruti, secondo la Frugoni, grazie all'appoggio che potrebbe arrivare della sinistra radicale savonese, Verdi e Rifondazione in testa, contrari al porticciolo turistico e alla torre Fuksas. La preoccupazione che un «referendum di indirizzo» possa invece agevolare le scelte dell'amministrazione savonese e nascondere così le sue divisioni interne, arriva dal responsabile della comunicazione di Forza Italia a Savona Emilio Barlocco, che precisa come il suo no all'ipotesi referendum contenga solo un significato strategico e non politico riguardo alla coalizione di centro destra: «L'idea del referendum era venuta al sindaco di Savona proprio per il fatto che non poteva contare sul sostegno di tutti i partiti della coalizione di centro sinistra».
Del resto, la stessa Frugoni, così come il centro destra savonese nel suo complesso, non ha mai nascosto un giudizio positivo sul porto della Margonara e la torre Fuksas, che potrebbe lanciare Savona verso una nuova vocazione turistica. Si attendono semmai i dettagli del progetto e alcune garanzie dalla cordata imprenditoriale di Omnia e Spada.