Il regalino leghista al sindaco donna: un paio di slip «hard»

Un consigliere comunale leghista regala un paio di mutande a un sindaco Pd e scoppia la bufera. È successo a Castel San Pietro Terme (Bologna). A ricevere il cadeau, in pieno consiglio comunale, è stata Sara Brunori, prima cittadina a capo di una giunta di centrosinistra, consegnatole al termine di una sfuriata sulla politica economica dell’amministrazione dal padano Gino Volta: «Lei lascerà i cittadini in mutande», ha urlato il consigliere leghista. Poi si è avvicinato allo scranno del sindaco con un pacco regalo da scartare e se n’è andato. La Brunori ha scartato il pacchetto ed è rimasta di sasso: dentro c’era uno slip di pizzo bianco con stampata una figurina maschile in boxer con una volgarissima frase a doppio senso: «Fammi una Lega». Inutile aggiungere che il sindaco l’ha presa malissimo: «Sono offesa da questo gesto sessista, non siamo al bar. Ora mi aspetto le scuse di Volta o gli faccio causa...»